Come funziona l'algoritmo di Instagram?

Instagram è ancora oggi uno dei social più usati per pubblicizzare il proprio negozio online e aumentare i follower (e, di conseguenza, migliorare brand awareness e tasso di conversione). Tuttavia, come fai a ottenere più follower se non sai chi vedrà i tuoi post? In questo articolo, ti illustriamo come funzionano gli algoritmi della piattaforma per aiutarti a raggiungere sempre più (potenziali) clienti.

marchio instagram su sfondo gradiente viola-rosa

INDICE

Instagram
L'algoritmo di Instagram
Feed, Storie, IGTV, Reels
Sezione Esplora
Shadowbanning
L'influenza degli utenti
In conclusione

Instagram

Il social visivo vanta più di due miliardi di utenti attivi al mese e 500 attivi ogni giorno. Cifre che chi fa marketing non può permettersi di ignorare.

Nonostante il boom che sta vivendo TikTok, le due piattaforme non sono rivali: in genere, il bacino di utenti che popola "il social della short comedy" è composto principalmente da Gen Z, mentre Instagram, con i suoi inflencer (prima fra tutti, Chiara Ferragni) e le foto che rispettano una certa estetica si rivolge più ai Millennial: il 71% degli utenti ha comunque meno di 30 anni.

instagram-pubblico-eta

Fonte: Statista

Se c'è però una cosa che accomuna le due piattaforme è l'utilizzo di algoritmi.

L'algoritmo di Instagram

Partiamo innanzitutto dalla definizione.

  Cos'è un algoritmo?

Un algoritmo è una serie di istruzioni, eseguite in sequenza, che definisce le operazioni sui dati necessarie per ottenere i risultati. Nei social, determina quali contenuti mostrare agli utenti e in quale ordine.

Prima abbiamo detto che TikTok e Instagram non sono rivali, giusto? Beh, questo è vero solo in parte.

#️⃣Lettura consigliata: Me l'ha fatto comprare TikTok, un trend di vendita

Infatti, dal maggio 2022, l'algoritmo (anzi, gli algoritmi) di Instagram è cambiato per cercare di assomigliare all'app del momento.

Ora le persone iscritte all'app, anziché le classiche foto, possono vedere video in full format simili a quelli mostrati dall'app cinese.

Inoltre, ora tra i contenuti suggeriti è molto probabile trovare Reel di account non seguiti. Infine, il tasso di engagement generato dalle foto, feature che compone il DNA della piattaforma, si è abbassato del 38% dal 2020.

Questo ha provocato una reazione pesante da parte sia degli utenti che dei creator (prime fra tutte, le Kardashian), tanto che tre mesi fa è stata lanciata una petizione online per "make Instagram Instagram again", ovvero far tornare la piattaforma com'era prima anziché avere accesso a un secondo TikTok.

petizione: rendete Instagram di nuovo Instagram. Smettetela di sembrare TikTok, voglio solo vedere foto carine dei miei amici. Sinceramente, tutti

Fonte: change.org

A luglio, l'head della piattaforma ha però rassicurato gli utenti. Le modifiche apportate agli algoritmi dell'app sono in fase beta, e raccomanda di fornire un feedback se la visualizzazione dei contenuti non è all'altezza delle aspettative.

Sembra che, con questi aggiornamenti, l'app voglia dare più spazio ai creator, in particolare a micro influencer e small business.

👩‍❤️‍💋‍👩Lettura consigliata: La guida al marketing di influenza su Instagram

Inoltre, la piattaforma vuole mantenere una prospettiva user-centrica, ma questo significa che appariranno molti più video e meno foto, dato che questa è la direzione che l'app sta prendendo spontaneamente.

📱 Non hai bisogno di essere un regista se segui i nostri consigli. Crea video di successo, scarica gratuitamente la nostra guida 👇

cta campagne video che convertono

Feed, Storie, IGTV, Reels

Come abbiamo accennato prima, sarebbe meglio parlare di algoritmi di Instagram, visto che ogni sezione dell'app mette in ordine i contenuti in maniera diversa e secondo criteri che possono cambiare.

I segnali principali, tuttavia, sono tre:

  • CHI: con quali post interagisce la tua utenza? Se i tuoi post ricevono spesso "mi piace" o commenti da una persona, è più probabile che i tuoi post appaiano nel suo feed.

  • COSA: che tipo di contenuti interessano di più ai tuoi follower? Ad esempio, se il tuo pubblico ama post sul make-up, gli algoritmi continuerà a proporgli contenuti simili.

  • QUANDO: qual è la frequenza con cui le persone del tuo gruppo target aprono l'app? Quante volte "scrollano"?

Uno dei fattori più importanti è, ancora una volta, il coinvolgimento del tuo pubblico e le reazioni che i tuoi post scatenano.

📱Lettura consigliata: 9 consigli per creare un post di successo su Instagram

Ora che abbiamo visto quali sono i criteri principali vediamo, in ordine, come funziona il ranking dei post in ogni singola sezione.

1. Ranking di feed e Storie

I segnali principali che indicano all'algoritmo come ordinare i post nella sezione del feed sono principalmente:

  • Tempo - Quanto a lungo i tuoi utenti osservano il tuo post? Ad esempio, nel caso di un video, guardano il contenuto fino alla fine?

  • Interazioni - Quanti "mi piace" e commenti riceve quello che pubblichi?

  • Salvataggi - Gli utenti possono scegliere se salvare i tuoi contenuti, e questo influenza la relazione e, di conseguenza, la posizione in cui quello che pubblichi verrà mostrato.

  • Visite al profilo - Quanto è probabile che i tuoi utenti clicchino sul tuo profilo una volta visto il tuo post?

Cosa è cambiato?

La sezione Home è stata aggiornata per mostrare tre diverse opzioni di visualizzazione:

  • La versione "normale", ovvero la classica visione di default con contenuti filtrati dall'algoritmo e personalizzati

  • Segui Già - In questa sezione, vale l'ordine cronologico che ti mostra i post di amici e parenti

  • Preferiti - Anche questo è in ordine cronologico che ti presenta contenuti provenienti da un elenco selezionato di account

Home di Instagram, se si tocca il logo appare il menù a discesa per selezionare Segui Già o Preferiti

Come puoi vedere dall'immagine quassù, puoi cambiare il tuo feed toccando il logo dalla sezione Home.

Questa differenziazione è la nuova versione del "chronological feed" e vuole fornire un'esperienza più personalizzata (quindi qua l'algoritmo interviene in misura minore).

I tuoi utenti trovano più contenuti suggeriti nella versione standard del feed Home di Instagram (in particolare, vengono suggeriti più Reel). Questo dà un vantaggio alle piccole imprese locali, perché anche la geolocalizzazione gioca un ruolo, e ai creator che ancora non hanno un seguito importante.

La priorità viene data ai contenuti originali e condivisi nativamente su Instagram (ovvero l'algoritmo privilegia i contenuti che non sono già stati condivisi da qualcun altro sull'app). Di conseguenza, i contenuti che contengono watermark visibili di altre app vengono penalizzati.

La categorizzazione dei post, inoltre, è stata migliorata. Gli algoritmi sanno identificare con sempre più precisione qual è il topic di una foto o di un video in base a parole chiave, hashtag e contenuti.

💧Cos'è un watermark?
Il watermark digitale (anche definito, in informatica, filigrana elettronica) è un segno o un logo che viene aggiunto a un video o un'immagine per motivi di copyright o per indicare da dove proviene il contenuto.

Nota bene: anche se il tuo pubblico decide di salvare il tuo profilo tra i seguiti, i preferiti o amici stretti, dovrai comunque competere con gli altri profili salvati nella stessa categoria per far sì che il tuo contenuto appaia in cima al feed.

👩‍👧‍👧Lettura consigliata: 3 consigli per aumentare i follower su Instagram gratuitamente

2. Ranking dei Reel e IGTV

Innazitutto, vediamo di definire qual è la differenza tra Reel e IGTV.

Mentre i primi sono video di breve durata (massimo 90 secondi), IGTV, come suggerisce il nome stesso, è la versione 2.0 della televisione (o un'alternativa a YouTube).

Su IGTV i creator possono condividere delle dirette o dei semplici video in formato esclusivamente verticale che possono durare fino a un'ora, quindi parliamo di contenuti articolati e approfonditi.

I Reel, invece, sono nati come risposta a TikTok e come versione permanente delle Storie (che invece scompaiono dopo 24 ore).

Quando si tratta di Reel, l'algoritmo cerca di dare a tutti le stesse possibilità di trovare il proprio pubblico. Così i creatori meno popolari e i nuovi account hanno la possibilità di brillare e raggiungere un target più ampio.

Inoltre, il compito principale dei Reel è quello di intrattenere e divertire. Di conseguenza, molti dei video mostrati in questa sezione provengono da account non seguiti. Sotto questo punto di vista è molto simile alla sezione Esplora. La differenza principale è che invece di considerare solo i post interessanti, Instagram si concentra sui contenuti capaci di suscitare ilarità.

📱Lettura consigliata: Instagram lancia Reels, come usarli per il tuo eCommerce

La popolarità dei video è decisamente un fattore da tenere in considerazione. Questo formato consente di misurare la finestra di attenzione delle persone e comunica esattamente all'algoritmo che priorità dare al contenuto.

Tieni presente che questo algoritmo cerca di predire di cosa tratta il video in base alla traccia audio e all’analisi dei pixel e dei fotogrammi, tenendo anche in considerazione, ancora una volta, la sua popolarità.

E, mi raccomando, quando scegli la musica che vuoi utilizzare, attenzione al diritto d'autore.

📽️Abbiamo raccolto tutto quello che c'è da sapere sulla creazione di video popolari in questa guida gratuita. Scaricala cliccando qua sotto 👇

Nuova call-to-action

Cosa evitare?

Per non penalizzare il ranking del tuo contenuto, quando si tratta di Reels:

  • non pubblicare video sfocati o a bassa risoluzione

  • non caricare contenuti già pubblicati altrove

  • evita video visibilmente "riciclati" da altre app o altri autori

  • rispetta le linee guida della community

🛍️Lettura consigliata: Instagram shop, crea la vetrina digitale per il tuo eCommerce

Sezione Esplora

L'obiettivo principale di questa sezione è, come hai indovinato, spingerti a conoscere nuovi creator e mostrarti contenuti inediti che potrebbero interessarti.

🗝️Lettura consigliata: Instagram testa la ricerca con le parole chiave

Ranking in Esplora

Anche qua, gli algoritmi suggeriscono contenuti agli utenti in base alle preferenze mostrate e all'attività. Quindi un segnale fondamentale è l'engagement.

Se si visita questa sezione, vengono suggeriti principalmente post nuovi, qualche ad e contenuti di creator o business che la persona (ancora) non segue. Un altro fattore da non sottovalutare è la relazione tra te e l'utente, quindi cerca di interagire quanto puoi e di rispondere a tutti i commenti che ti vengono lasciati. Questo darà la priorità ai tuoi post.

Inoltre, quando pubblichi un contenuto, oltre ai consigli che già ti abbiamo dato più su, cerca anche di usare le giuste keyword. Gli algoritmi non analizzano più solo gli hashtag, ma anche le parole che utilizzi.

Ultima cosa: come regola generale, evita di aggiungere troppo testo ai tuoi video e cerca di limitare i post legati alla politica.

Shadowbanning

Partiamo dalla definizione.

Che cos'è lo shadowbanning?

Fondamentalmente è una forma di moderazione che consiste nel nascondere o ridurre la visibilità di un profilo o i contenuti che pubblica.

Generalmente, lo shadow ban dura per 14 giorni. Tuttavia, l'effetto a catena scatenato può avere conseguenze a lungo termine sul profilo che ne è affetto.

Adam Mosseri, nel blog, spiega che si tratta di un termine ombrello, e ammette che non sempre Instagram condivide le ragioni per cui un contenuto viene cancellato o un profilo penalizzato.

In ogni caso, non è sempre colpa degli algoritmi o delle decisioni "dall'alto" se un post non riceve l'attenzione che i creator si aspettano.

"La verità è che la maggior parte dei tuoi follower non vedrà ciò che condividi, perché la maggior parte guarda meno della metà del proprio feed. Ma possiamo essere più trasparenti sui motivi per cui eliminiamo le cose quando lo facciamo, lavorare per fare meno errori - e correggerli rapidamente quando li facciamo - e spiegare meglio come funzionano i nostri sistemi.

Stiamo apportando migliorie alle notifiche dell'app, in modo che le persone sappiano subito perché, ad esempio, il loro post è stato eliminato, ed esplorando modi per far sapere alle persone quando ciò che pubblicano va contro le nostre Linee guida della community."

In base a quanto stabilito dalla legge Omnibus, creare profili fake per lasciare like o commenti, o usare bot, è illegale. Per questa ragione, Instagram può cancellare profili o commenti ottenuti o fatti crescere con queste misure.

💰Lettura consigliata: Recensioni positive, cosa succede se le compri?

L'influenza degli utenti

Abbiamo già sottolineato l'importanza dell'engagement quando si tratta del ranking del proprio post. Oltre a questo, e la relazione tra il tuo Brand/profilo e il tuo pubblico, quest'ultimo può decidere da sé che contenuti privilegiare.

Una persona può:

  • Scegliere gli amici più stretti - È possibile selezionare gli amici più stretti per le Storie. Questo consente agli utenti di condividere i contenuti solo con le persone più vicine, e i post di questi amici hanno priorità sia nel Feed che nelle Storie.

  • Silenziare i profili - È possibile silenziare un account se si vuole smettere di vedere ciò che condivide, ma si è indecisi se smettere di seguirlo del tutto. In questo modo, non hai modo di sapere se le persone ti hanno silenziato.

  • Contrassegnare i post raccomandati con "non mi interessa" - Ogni volta che le persone visualizzano un post raccomandato, sia in Esplora che nel Feed, possono fornire un feedback e segnalare che non sono interessate a quel post. Naturalmente, l'AI osserva e impara le scelte degli utenti e ne terrà conto quando propone loro nuovi contenuti.

Interfaccia utente Instagram per fornire un feedback su un contenuto suggerito. "Aggiungi reazione", "Non mi interessa", "Segnala"

In conclusione

Sembra che l'influenza di TikTok stia dettando regole e cambiamenti nella performance di diverse app, tra cui, appunto, Instagram. I video si affermano come formato preferito e più capace di creare engagement.

Nonostante tu abbia creato il post perfetto e gli algoritmi di Instagram siano d'accordo con te, l'opinione di ogni singolo utente ha comunque un grosso impatto su ciò che verrà mostrato in cima al feed o nella sezione Esplora.

Per cui, cerca di creare la tua nicchia, interagisci con il tuo pubblico in maniera attiva e cerca di coinvolgerlo. Crea una community, crea e condividi solo contenuti originali e segui i nostri consigli, in maniera da sfruttare la scelta degli algoritmi dell'app in tuo favore.

📱I nostri consigli sono sempre validi! Scarica la checklist gratuita per sapere a cosa prestare attenzione quando crei un post su Instagram 👇

smartphone su Instagram

0 commenti