11 consigli per ridurre i resi del tuo eCommerce

I resi sono l'incubo dei venditori online: sono complessi, costano e vincolano il personale. Secondo una ricerca di Statista, il 43% dei consumatori italiani rispedisce indietro un acquisto. In questo articolo abbiamo raccolto 11 consigli utili ad evitare che i tuoi prodotti vengano rispenditi indietro.

Artikelbild_10-Tipps-Retouren-senken_632x260

Le cause per cui un cliente restituisce un prodotto sono molteplici: un acquisto è stato impulsivo, il pacco è arrivato danneggiato, i tempi di consegna sono stati troppo lunghi...

Alcuni inconvenienti sono quasi inevitabili e non dipendono da te come venditore, ma altri possono essere influenzati da te e possono aiutarti a ridurre i tuoi resi sensibilmente.

Ad esempio, se la descrizione del tuo prodotto è chiara e sincera, se le immagini dei tuoi prodotti mostrano le dimensioni reali del prodotto e se i tempi di consegna indicati sulla tua pagina non sono troppo ambiziosi, i tuoi clienti non saranno insoddisfatti del tuo prodotto e, una volta ricevuto il pacco, non lo rinvieranno indietro.

Scopri i nostri consigli per ridurre il numero di resi del tuo e-Commerce:

1. Una buona pagina di prodotto

La regola d'oro è: più informazioni sulla pagina dell'articolo ci sono, minore è la probabilità di un reso. Identifica e rispondi in anticipo a eventuali domande dei tuoi clienti. Offri una live chat e mostra le recensioni dei clienti esistenti.

La descrizione del prodotto non deve suonare come una pubblicità, bensì deve informare il visitatore con dettagli utili. Infine, utilizza sia immagini dei prodotti fornite dal produttore, sia immagini create da te che mostrino il prodotto in uso.

carrello con sacchetti

2. Illustra i tuoi prodotti su tutti i canali

Se gli utenti capiscono appieno cosa è e cosa fa il tuo prodotto, potranno scegliere quello giusto e non lo dovranno rinviare indietro per via di malintesi.

Sfrutta diversi canali per spiegare la tua offerta o i tuoi prodotti. Pubblica video tutorial e organizza ad esempio un concorso a vincita sui tuoi canali di social media per fare far spargere la voce.

Lettura consigliata: 15 idee di contenuti per la tua strategia di marketing sui social media

3. Illustra i vantaggi dei prodotti

Il modo in cui parli pubblicamente del tuo prodotto determina il modo in cui i tuoi consumatori lo percepiscono. Al giorno d'oggi, le persone preferiscono una pubblicità che susciti emozioni, ad esempio desiderano scoprire come il prodotto X renderà loro la vita più facile e/o piacevole.

4. Indica tempi di consegna realistici

L'essenziale di una consegna perfetta è ovviamente la puntualità. Specifica i tempi di consegna in modo realistico e assicurati di fornire il tracciamento delle consegne ai tuoi clienti.

Se possibile, mantieni i tempi di consegna brevi. Se i clienti devono aspettare a lungo per un prodotto è probabile che lo acquisteranno altrove.

5. Sii sempre disponibile per i tuoi clienti

Sii a disposizione dei tuoi clienti durante l'intero processo di ordinazione. Molti apprezzano non solo la chat dal vivo, ma anche i classici canali di contatto come e-mail o telefono.

Più la comunicazione è efficiente, meno dubbi avranno i tuoi visitatori. E meno dubbi significa più persone che possono decidere che il prodotto giusto per loro si trova nel tuo negozio online.

6. Mostra le recensioni dei prodotti

Le recensioni dei prodotti arricchiscono ogni pagina del tanto ambito contenuto generato dall'utente. Gli utenti si fidano dell'opinione dei clienti che hanno già acquistato il prodotto X.

Le recensioni offrono informazioni ulteriori alle tue descrizioni, e aiutano a chiarire eventuali malintesi sulla merce. Inoltre, è importante rispondere alle recensioni, per mostrare gratitudine ad un cliente soddisfatto o una spiegazione ad un cliente meno contento.

Lettura consigliata: Perché le recensioni dei clienti sono importanti per il tuo negozio?

7. Inserisci una sezione Q&A

Avere una sezione Q&A sulla propria pagina è consigliabile, nel quale i clienti possono condividere domande e risposte sui tuoi prodotti. In questo modo otterrai regolarmente nuovo contenuto generato dagli utenti (cosa che Google apprezza) e mostrerai ai tuoi potenziali acquirenti che desideri essere il più trasparente possibile.

8. Mostra le politiche di pagamento, di spedizione e di reso

Un utente non effettuerà sulla tua pagina se non si fida del tuo sito. Assicurati quindi di integrare l'SSL nel tuo shop (per mostrare così il lucchetto accanto all'URL del tuo negozio), e di mostrare le politiche di pagamento, spedizione e reso.

Nascondere queste informazioni potrebbe far credere al tuo visitatore che hai qualcosa da nascondere. Mostra quindi i dettagli in sezioni apposite del sito (solitamente nel footer) e sii specifico.

Un consiglio: adatta le condizioni di reso ai tuoi prodotti. La percentuale dei resi dipende anche dal prodotto: i libri, ad esempio, vengono restituiti meno frequentemente dei vestiti.

Se la merce deve essere testata, ad esempio per un divano, è consigliabile prolungare il periodo di reso sulla base della buona volontà. Più a lungo le persone hanno il prodotto a casa e possono testarlo, prima si abituano e si affezionano ad esso.

9. Reso gratuito o no?

Il reso gratuito rappresenta un'arma a doppio taglio: se da un lato un utente è disposto a comprare di più sapendo che potrà restituire il prodotto gratuitamente, dall'altro lato questo significa probabilmente più resi e più costi per te, come venditore.

Scegli di offrire o meno quest'opzione in base al tuo business e alla categoria di merci che offri.

Un consiglio: se scegli di offrire il reso gratuito, assicurati di farne un'arma vincente. Considerala come un fondamento per le tue campagne di marketing.

10. Trova il prezzo migliore

Un prezzo adeguato aiuta a prevenire i resi. Se i clienti vedono il tuo stesso prodotto da un competitore ad un prezzo migliore, questi tenderanno a restituirlo (o a non acquistare da te la prossima volta).

Tuttavia, cercare di vincere clienti offrendo il prezzo più basso sul mercato non è conveniente a lungo termine.

11. Collega il mondo online a quello offline

Alcuni clienti preferiscono provare determinati prodotti prima di acquistarli, ad esempio vestiti o mobili. Se è possibile, dovresti disporre di un negozio locale oltre a quello online.

Se non hai la possibilità di gestire un negozio offline, pensa a presentare la tua merce anche in punti vendita temporanei o pop-up store, nonché in occasione di fiere o eventi.

Guida gratuita:  7 consigli per ottimizzare il processo di check-out

0 commenti