Come creare landing page efficaci che convertono

Per gli e-Commerce, le landing page sono il centro per la lead generation e le conversioni. Integrare le landing page nella tua strategia di marketing aiuta il tuo business ad attrarre il giusto tipo di clienti verso l’offerta giusta per loro. In questo articolo troverai 23 consigli utili a creare delle landing page efficaci.

aereo che atterra

Una landing page è uno strumento di comunicazione di ogni e-Commerce, ed offre la possibilità di trasformare visitatori in clienti. Le landing page sono un elemento essenziale di qualsiasi campagna di marketing online e sono molto usate nell'inbound marketing. Ottimizzare le tue landing page ti aiuta quindi ad aumentare il tasso di conversioni.

Una landing page è strutturata in modo differente rispetto ad altre pagine di un e-Commerce, come ad esempio le schede dei prodotti, la homepage o l’articolo di un blog. Senza una landing page non puoi creare annunci su Google, facebook, YouTube, ecc.

In questo articolo abbiamo raccolto 18 consigli per creare landing page efficace, 5 per migliorare la SEO e alcuni strumenti che puoi usare per creare le tue landing page (anche senza sito). Salta direttamente alla sezione che ti interessa.

INDICE:

1. Cos'è una landing page?

2. A cosa serve una landing page?

3. Cosa è una CTA?

4. 18 consigli per rendere una landing page efficace

5. Landing page ottimizzate SEO: 5 consigli

6. Gli strumenti per creare una landing page

7. Per concludere

Cos'è una landing page?

Una landing page, o pagina di atterraggio in italiano, è una pagina creata appositamente per un servizio specifico il cui obiettivo è quello di ottenere i dati degli utenti.

Per farlo, sulla landing page è presente un formulario che l’utente dovrà compilare se desidera approfittare del servizio. Il servizio in questione può essere un semplice acquisto sul tuo negozio online, un’offerta, una consultazione, un libro bianco, un webinar, o qualsiasi lead magnet.

Spesso i formulari sulle landing page si limitano a chiedere l’indirizzo e-mail dell’utente. Altre volte ci sono ulteriori campi obbligatori, ad esempio il nome, il cognome, il numero di telefono, la professione, ecc.

A cosa serve una landing page?

Una landing page è una pagina singola con un obiettivo specifico: far sì che i visitatori clicchino su una CTA (CAll To Action) che li conduca al tuo obiettivo finale.

Dopo che un utente ha trovato un post o un annuncio interessante e vi ha cliccato sopra, la landing page è la pagina sulla quale questo utente finisce. 

Se fatta bene, una landing page può aumentare enormemente le tue possibilità di successo. Ma affinché la pagina in questione riesca a ottenere con successo il suo scopo, ci sono alcuni elementi da tenere a mente.

Ad esempio, il focus della pagina deve rispecchiare quello dell’annuncio: se il contenuto della tua pagina non corrisponde a quanto indicato sul tuo annuncio, probabilmente avrai perso un cliente e pagato un clic inutilmente. Inoltre, rispettare le aspettative degli utenti ti permette di evitare un bounce rate alto, che, a sua volta, è uno degli elementi che alzano il prezzo del CPC.

Oltre a generare nuovi lead, le landing page ti offrono la possibilità di analizzare l'origine e l'efficacia delle tue campagne digitali. Di conseguenza puoi sviluppare diverse landing page per diversi segmenti di clienti e massimizzare così i tuoi sforzi.

Tieni a mente che le landing page non sono utili solo per gli annunci, un utente può arrivarvi anche tramite un banner nella newsletter, sulla tua homepage o su un articolo del tuo blog.

Cosa è una CTA?

Una CTA (Call To Action o chiamata all’azione in italiano) è, come dice il nome stesso, una linea di testo, un pulsante o un'immagine che spinge gli utenti a compiere un’azione, ovvero un clic.

La CTA è il fulcro di ogni landing page e ti aiuta ad attirare l'attenzione dei tuoi visitatori e a guidarli a concludere l'azione che desideri. Affinché ciò accada, la CTA dovrà essere creata in modo effettivo.

Alcune linee guida per creare una CTA efficace sono:

  • usa un design che catturi lo sguardo: la CTA non dovrebbe confondersi con il resto del design della tua pagina. Quando crei la tua CTA puoi combinare diversi elementi che corrispondono al tuo stile, come i font e i colori del tuo marchio, ma assicurati che la CTA spicchi fra il resto della pagina e che sia ben visibile.

  • indica un'azione specifica: la CTA deve chiaramente indicare l'azione che l'utente può conseguire quando vi clicca sopra (ad esempio "Scarica", "Iscriviti", "Aggiungi al carrello"). Trova il giusto equilibrio tra istruzioni semplici e un testo allettante che faccia dire all'utente "lo voglio".

  • crea un senso di urgenza: la tua offerta è limitata? La promozione scadrà a breve? Ricordati di segnalarlo si tuoi utenti! In questo modo li spingi ad agire subito, anziché rimandare l'azione in un secondo momento.

carrello con sacchetti

✅ 18 consigli per rendere una landing page efficace

Di seguito abbiamo raccolto alcuni consigli utili a rendere le tue landing page efficaci.

1. Definisci gli obiettivi della landing page

Per prima cosa dovrai definire l'obiettivo e lo scopo della pagina di destinazione prima di iniziare a crearla. Vuoi che i tuoi visitatori acquistino un prodotto, scarichino un case study, si iscrivano alla newsletter o a un webinar?

Esistono molti obiettivi che gli e-Commerce hanno, per esempio un aumento del 20% delle vendite del prodotto X nei prossimi 6 mesi o una consultazione prenotata da 200 persone entro 6 settimane.

L’importante è che lo scopo della landing page sia univoco. Identifica UN problema e offri UNA soluzione. Una landing page efficace è una pagina che indica chiaramente la soluzione ad un problema.

2. Suddividi il gruppo target in sottogruppi

Specificare gli obiettivi della landing page è il primo passo per restringere i gruppi target. 

💡 Più precisamente si può definire il gruppo target, più alta è la probabilità che la landing page possa convertire.

Segmenta quindi i gruppi target in ulteriori sottogruppi, affinché i tuoi investimenti non vengano sprecati. Soprattutto se il tuo negozio online offre molti prodotti diversi fra di loro e si rivolge a diversi gruppi target, potrebbe essere consigliabile creare più di una landing page. Per farlo puoi usare la tecnica del micro targeting.

🔎 Lettura consigliata: Il microtargeting nell'eCommerce, definizione e vantaggi

3. Usa una struttura semplice

Le landing page sono pensate per focalizzare l’attenzione di un utente su un prodotto o servizio specifico. Per ottenere un risultato migliore dovrai quindi organizzare la struttura della tua pagina in modo chiaro e facile da leggere mantenendo il contenuto della pagina il più semplice e leggero possibile.

Usa degli elenchi numerati o dei bullet point per comunicare in modo diretto il contenuto della tua landing page.

💡 Consiglio: usa un segno di punta anziché un semplice bullet point. In questo modo aiuti gli utenti a capire i benefici della tua offerta, anziché fargli leggere delle semplici caratteristiche.

4. Comunica un solo messaggio

Una landing page deve avere un solo messaggio, una sola offerta, una sola CTA. Spiega:

  1. cosa è che offri

  2. quali sono i vantaggi per i clienti

  3. cosa devono fare per ottenerlo

Questi punti dovranno essere chiari per i tuoi visitatori nei primi 5 secondi dopo aver aperto la landing page.

5. Assicurati che il testo sia della lunghezza giusta

Gli utenti generalmente non leggono tutto ciò che è scritto su una landing page, bensì le scansionano alla ricerca delle informazioni di loro interesse.

Mantenere il testo sulle tue landing page breve e conciso aiuta a capire più velocemente il contenuto della landing page. E più è facile capire di cosa si tratta, più alta è la probabilità che la landing page si riveli efficace in termini di conversioni.

Contemporaneamente però, se i tuoi testi sono molto brevi, l’offerta potrebbe risultare poco chiara, il che ovviamente ostacolerà le tue conversioni.

💡 Consiglio: rendi le informazioni più importanti, così come la CTA, visibili nella parte superiore della pagina.

Se la tua offerta o il tuo servizio ha bisogno di una spiegazione ci sono due soluzioni. La prima è quella di rendere le informazioni disponibili “a chiamata” tramite brevi stringhe di codice. Qui trovi un esempio.

La seconda soluzione è quella di inserire una sezione ulteriore nella parte inferiore della pagina. Anche se la maggior parte degli utenti è familiare con le landing page e sa che scrollando verso il basso probabilmente troverà più informazioni, assicurati di rendere visibile nella parte superiore della pagine che sotto c’è di più, ad es tramite un anchor link “Scopri di più ”.

copertina libro bianco contenuti generati dagli utenti

6. Usa un titolo chiaro

Il titolo delle tue landing page è il primo testo che i tuoi utenti leggeranno. Se il titolo è vago, è probabile che i visitatori non perderanno tempo a leggere altro.

Assicurati di usare un titolo che comunichi il contenuto dell’offerta in modo chiaro e diretto. Usa un titolo simile a quello usato nei banner per non confondere gli utenti che arrivano dalle tue campagne.

7. Assicurati che il messaggio sia chiaro

Se la tua landing page è difficili da comprendere, è probabile che i tuoi visitatori la abbandonino velocemente. Progetta la pagina immedesimandoti nei tuoi visitatori:

  • Lo scopo della pagina è chiaro?

  • È chiaro quali informazioni vengono richieste e dove?

  • La CTA è ben visibile?

Fai testare la pagina a conoscenti o colleghi.

8. Mantieni il messaggio coerente

Assicurati che il messaggio rimanga coerente e facile da riconoscere. I visitatori dovrebbero riconoscere subito che sono arrivati sulla pagina giusta dopo aver cliccato su un link.

Pertanto, assicurati che il design della pagina di destinazione, il titolo e la descrizione siano simili a quelli del banner o dell’annuncio su cui l’utente ha cliccato. Per esempio, puoi usare il testo del link come titolo sulla pagina di destinazione.

9. Rendi la CTA ben visibile

La CTA deve essere il fulcro della tua landing page e non deve mai mancare. Generalmente la CTA si trova al di sotto del formulario ed ha la forma di un bottone o pulsante che può essere cliccato.

Mantieni la chiamata all'azione ben visibile nella parte superiore dello schermo, senza che l’utente abbia bisogno di scrollare verso il basso.

Usa un testo che inviti i tuoi utenti ad agire e che indichi chiaramente cosa fa. Ad esempio:

  • Invia

  • Aggiungi al carrello

  • Scarica gratuitamente

  • Richiedi una demo gratuita

  • Prenota ora

  • ecc.

10. Evita distrazioni

Ricorda che un utente finisce su una landing page perché è interessato ad una specifica offerta: concentra il contenuto della tua pagina su quello che hai pubblicizzato e che ha svegliato il suo interesse.

Una landing page non è il luogo in cui pubblicizzare altre offerte. Oltre ad evitare una cattiva user experience ed un alto bounce rate, dare ai tuoi visitatori il minor numero possibile di opzioni garantisce che lo scopo della landing page venga raggiunto.

11. Comunica il valore dell'offerta

Ciò che rende una landing page davvero efficace è comunicare il valore dell’offerta, non le sue caratteristiche.

Per spiegarlo con un esempio:

“This amazing little device holds a thousand songs. It goes right in my pocket”.

Queste sono state le parole di Steve Jobs quando Apple, nel 2001, ha presentato il primo iPod al pubblico. Anziché promuovere il volume della memoria, Apple ha scelto uno slogan che comunica in modo chiaro il valore dell’oggetto: “walk around with 1000 songs in you pockets”.

Risvegliare le emozioni dei propri visitatori è essenziale, perché nel marketing la maggior parte delle persone fa delle scelte che si basano quasi esclusivamente sulle loro emozioni.

📣 Lettura consigliata: Neuromarketing, tecniche per aumentare le vendite nel tuo e-Commerce

12. Spiega cosa ti distingue dai concorrenti

Se hai abbastanza spazio sulla tua landing page, spiega cosa differenzia la tua offerta da quella dei tuoi concorrenti. Assicurati di comunicare i vantaggi di cui i tuoi clienti non possono godere se non scelgono la tua soluzione.

13. Usa immagini e/o video di spiegazione

Immagini e video aiutano a fornire una spiegazione breve e chiara della tua offerta. Se scegli di usare un video è importante è che siano di breve durata (circa 60 sec).

Ricorda: il 90% delle informazioni trasmesse al cervello sono visive e l’80% delle persone ricordano quello che hanno visto (contro il 20% che ricorda quello che ha letto). Le informazioni visive ti aiutano quindi a rimanere più a lungo nelle memoria dei tuoi utenti. 

📣 Lettura consigliata: Visual content marketing, aumentare il traffico tramite le immagini

14. Mostra le testimonianze dei tuoi clienti

Per convincere i tuoi utenti a compilare il formulario sulla tua landing page e a cliccare sulla CTA è utile creare fiducia.

La social proof è importantissima nell’e-Commerce: sfrutta il potere delle parole di chi ha già visto i benefici della tua offerta per convincere dare una spinta alle conversioni. Mostra quindi recensioni, referenze o casi di studio.

case study italfrom

15. Riduci il lavoro degli utenti al minimo

Una landing page raggiunge il suo obiettivo quando fa compiere un’azione all'utente. Affinché le tue landing page siano efficaci, dovrai fare in modo che il lavoro che l’utente deve compiere per completare questa azione sia con il minore sforzo possibile.

  • Riduci il numero di clic al minimo indispensabile

  • Scegli con cura i campi che inserisci nel tuo formulario. Ad esempio, per l’iscrizione alla newsletter spesso basta solamente il nome e l’indirizzo email, non serve il numero di telefono, l’età ecc. Se inserisci più campi, rendi obbligatori solamente quelli che ritieni necessari.

16. Inserisci i pulsanti per i social

Integra i pulsanti per permettere ai tuoi utenti di condividere facilmente la tua landing page. Oltre ad aumentare la visibilità della tua offerta, uno dei tanti algoritmi di Google riguarda l’interazione dei tuoi post sui social media.

copertina libro bianco come aumentare ctr social media

17. Crea un banner per la landing page

Ovviamente, una landing page efficace ha bisogno di ottenere visibilità. Crea quindi almeno un banner da includere nella tua newsletter, nel tuo blog o sui tuoi canali di social network.

A seconda del tipo di offerta, potrebbe essere consigliabile creare più versioni del banner per attirare il gruppo target giusto. Assicurati che il messaggio del banner rimanga comunque coerente con quello della landing page.

18. Includi una pagina di ringraziamento

Una “Thank you Page”, ovvero una pagina di ringraziamento, è la pagina verso la quale i tuoi utenti vengono diretti una volta che hanno cliccato sulla CTA della tua landing page.

Una pagina di ringraziamento serve a:

  • esprimere la tua gratitudine

  • far capire agli utenti che i dati sono stati inviati correttamente

  • mettere in evidenza servizi o offerte simili.

Ad esempio, se qualcuno si è iscritto ad un webinar, sulla thank you page puoi mostrargli quali altri webinar si terranno in futuro per farlo tornare da te.

Landing page ottimizzate SEO: 5 consigli

Le landing page ottimizzate per i motori di ricerca presentano delle caratteristiche che le rendono particolarmente attraenti per gli algoritmi dei motori di ricerca, perché indicano loro se e quanto una pagina è preziosa per i ricercatori.

Poiché la maggior parte delle campagne di marketing sono relativamente brevi, solitamente si presume che non sia necessario ottimizzare le landing page con la SEO, e in parte è vero.

Tuttavia, tieni sempre a mente che più traffico equivale a più conversioni! La SEO aiuta le tue landing page ad ottenere più traffico organico, perché i motori di ricerca come Google la considereranno di qualità.

Di seguito abbiamo raccolto 5 consigli per creare landing page ottimizzate SEO.

1. Riduci i tempi di caricamento

La velocità di caricamento di una pagina ha un grande impatto sul suo posizionamento sui motori di ricerca. Oltre a ciò, potresti perdere delle conversioni semplicemente perché gli utenti non sempre aspetteranno pazientemente.

Controlla i tempi di caricamento delle tue landing page con Page Speed Insights di Google. Questo strumento identifica quali sono i problemi che rallentano il caricamento della pagina e offrono alcuni suggerimenti per risolverli.

Uno dei problemi più comuni riguarda la dimensione delle immagini. Assicurati di comprimerle, ad esempio tramite TinyJPG (è gratuito).

2. Ottimizzazione per i dispositivi mobile

Il traffico da mobile è una tendenza in crescita in Italia. Assicurati che le tue landing page vengano visualizzate correttamente sui diversi tipi di dispositivi.

am-i-responsive-trusted-shops

Puoi testarlo in diversi modi:

Guida gratuita  Shopping su mobile: come renderlo piacevole

3. Crea la landing page intorno a una parola chiave

Scegli una parola chiave che sia rilevante per la tua landing page. Questa parola chiave dovrebbe essere usata nel titolo della pagina, nell'URL, nella meta descrizione, nel testo della pagina web e anche nel testo alternativo delle immagini (perché aiuta la ricerca di immagini su Google).

Per scegliere la parola chiave giusta per la tua landing page, oltre alla semplice ricerca su Google, puoi usare diversi strumenti. Alcuni di questi ad esempio sono:

4. Ottieni dei backlink

Come abbiamo già accennato, Google considera i backlink come una raccomandazione. I siti web che hanno più link provenienti al di fuori del tuo sito sono considerati più rilevanti e appaiono più in alto nel ranking.

💡 In questo articolo spieghiamo come ottenere più backlink.

5. Offri contenuti rilevanti

Ovviamente, l’elemento principale che influenza il successo o meno di una qualsiasi pagina online rimane la qualità del contenuto. Assicurati di scrivere un testo esauriente e che offra un valore agli utenti. Google ti premierà con un posizionamento migliore nella SERP.

Gli strumenti per creare una landing page

Vi sono molti strumenti utili a creare delle landing page professionali. 

  • InstaPage: offre centinaia di template ed è un software facile da utilizzare, soprattutto per chi ancora non ha mai creato una landing page.

  • MailChimp: è uno strumento di marketing automatisation. MailChimp mette a disposizione diversi template e offre anche un piano gratuito.

  • LeadPages: questo strumento è l'ideale per le piccole imprese e facile da usare. Ci sono diversi pacchetti per le diverse esigenze, gli abbonamenti partono da 27$ al mese.

  • ClickFunnels: ClickFunnels è un software adatto ai principianti per chi desidera lavorare con le landing page e i funnel di vendita.

  • Sendinblue: questo software si propone sul mercato come "l'alternativa a Mailchimp". Con il pacchetto Premium da 49€ al mese, Sendinblue permette di creare landing page, test A/B, Marketing Automation, Facebook Ads, accesso multi-utente, e tanto altro ancora.

💡 Puoi creare una landing page anche senza sito. Le landing page possono essere delle pagine stand-alone, e, di conseguenza, non dovrai comprare un dominio o pagare l'hosting.

Per riassumere

Le landing page sono un elemento essenziale per il tuo successo, e, se ben fatte, possono far intraprendere ai tuoi visitatori le azioni che desideri.

Affinché siano efficaci, le tue landing page dovranno soddisfare alcuni requisiti. Segui i 18 consigli che abbiamo elencato in questo articolo per garantirti un alto tasso di conversioni!

Inoltre, ricorda di aumentare la visibilità della tua landing page sui motori di ricerca come Google, ottimizzando la pagina per la SEO grazie ai nostri consigli.

seo per ecommerce spiegata

0 commenti