Inbound Marketing: cos'è, come funziona e quali sono i vantaggi

Probabilmente ne avrai già sentito parlare, ma cosa si intende esattamente con Inbound Marketing? In che modo aiuta a raccogliere lead qualificati e ad aumentare le conversioni? Come si attua una strategia di Inbound efficace? Trova le risposte in questo articolo.

cw-inbound_marketing-magnet-w720h405

INDICE

1. Inbound marketing: cos'è?
2. I vantaggi dell'Inbound Marketing
3. Sei esempi di Inbound Marketing
4. Come creare una strategia efficace di Inbound Marketing

Inbound Marketing: che cos'è?

Contrariamente al marketing tradizionale, chiamato anche Outbound Marketing, l'Inbound Marketing è una strategia di marketing che mira ad attirare l'attenzione di potenziali clienti facendo appello alle loro esigenze e suscitando interesse verso un'offerta, piuttosto che tramite annunci invadenti.

Il segreto dell'efficacia di questa strategia è che ti permette di offrire una soluzione al problema dei tuoi acquirenti. Questa soluzione può presentarsi sotto forma di diversi tipi di contenuti progettati proprio per entrare in contatto con loro nelle diverse fasi del ciclo di acquisto.

Una strategia di Inbound permette di far crescere la tua attività perché aiuta a costruire relazioni durature con i tuoi acquirenti.

Quali tipi di business possono fare Inbound Marketing?

Chiunque possa usare l'Inbound dovrebbe farlo. È particolarmente indicato per le piccole e medie imprese, principalmente perché permette di creare contenuti che continueranno a garantire del traffico verso il sito e ha un ottimo ROI.

Tuttavia, prima di iniziare bisogna tenere a mente che l'Inbound Marketing richiede una grande fetta di tempo e risorse per creare e aggiornare contenuti informativi per il tuo pubblico.

Cosa fa l'Inbound Marketing?

💡 Non si tratta solo di vendite. Si tratta di aiutare gli acquirenti.

Il risultato a cui mira l'Inbound è quello di creare consapevolezza del marchio e ottenere un pubblico coinvolto. Un ottimo contenuto di Inbound aiuta a creare un interesse genuino verso i tuoi prodotti da parte delle persone che desideri che diventino clienti.

Il pubblico che attirerai con questa strategia non sarà composto esclusivamente da lead qualificati. I tuoi contenuti potranno infatti aiutare diverse persone anche al di fuori del tuo buyer persona. Tuttavia, con l'Inbound potrai generare traffico verso il tuo sito, accrescere la consapevolezza del marchio, far nascere un passaparola da cliente a potenziale cliente e ottenere un flusso costante di nuovi lead.

Come iniziare a fare Inbound Marketing?

Ci sono alcuni passaggi essenziali per iniziare:

Tutto ciò può essere descritto con tre parole chiave: attrarre, coinvolgere e fidelizzare.

strategia-inbound-marketing

1. Strategie di attrazione

Per raggiungere il tuo pubblico dovrai iniziare a creare e pubblicare contenuti che forniscano un valore aggiunto al tuo gruppo target. Ad esempio, potresti curare un blog, scrivere delle guide su come utilizzare i tuoi prodotti, pubblicare dei post sui social con le ultime recensioni dei clienti e una newsletter con alcuni dettagli su promozioni o sconti.

Ottimizza tutti questi contenuti con una strategia SEO. Una strategia SEO vi richiederà di puntare parole chiave specifiche relative ai tuoi prodotti o servizi di modo che le tue pagine appaiano nelle SERP.

Desideri iniziare con la SEO ma non sai come?
Sfoglia ora la nostra guida 👇

seo per ecommerce spiegata

2. Strategie di coinvolgimento

Le strategie di coinvolgimento possono includere il modo in cui le chiamate di vendita sono gestite. Concentrati sul modo in cui i rappresentanti del servizio clienti gestiscono le chiamate e, inoltre, assicurati di vendere sempre soluzioni piuttosto che prodotti. In questo modo, tutte le trattative si concluderanno con accordi reciprocamente vantaggiosi per i clienti e per il tuo business.

3. Strategie di fidelizzazione

Una buona strategia di Inbound offre agli acquirenti un valore aggiunto, indipendentemente dalla conclusione o meno di una vendita. Ricorda che un cliente soddisfatto diventa un sostenitore e un promotore del marchio, quindi è importante gestire tutte le interazioni con cura.

Ad esempio, l'ascolto dei social media è una strategia importante quando si tratta di fidelizzare i clienti. Gli utenti sui social media possono utilizzare uno dei tuoi canali per fornire feedback, porre domande o condividere la loro esperienza con gli altri. Rispondi a queste interazioni con informazioni che aiutino, sostengano e incoraggino i follower: ciò dimostrerà che li ascolti e che hai a cuore la loro soddisfazione.

🖥️ Lettura consigliata: Monitoraggio dei social media, i 7 strumenti migliori

Non aver paura delle recensioni negative. Scopri i nostri consigli 👇

Guida gratuita: Come reagire correttamente a una recensione negativa

I vantaggi dell'Inbound Marketing

Ci sono tre vantaggi principali con l'Inbound Marketing.

1. Riduzione dei costi di marketing

Fare Inbound Marketing costa il 61% in meno dell'outbound marketing. L'Inbound consente infatti di raccogliere lead a un costo molto più contenuto perché fa in modo che siano i clienti ad andare dal brand.

🚨 Lettura consigliata: 15 errori che abbassano il fatturato del tuo negozio online

2. Aumento del traffico

Gli e-Commerce che attuano questa strategia vedono aumentare il proprio traffico in meno di 7 mesi. Creando nuovi contenuti con regolarità (ad esempio tramite un blog) si può aumentare la visibilità del proprio sito.

💡 Sapevi che anche i tuoi clienti creano dei contenuti che ti aiutano ad aumentare il traffico? Stiamo parlando dei contenuti generati dagli utenti! Scopri come funzionano 👇


copertina libro bianco contenuti generati dagli utenti

3. Miglioramento dell'immagine del marchio

Creando contenuti adatti alla tua buyer persona sarai capace di piazzarti come esperto nel tuo settore. Inoltre, fornirai un vero valore aggiunto che ti aiuterà a fidelizzarli.

👐 Lettura consigliata: Aumenta le vendite e la fidelizzazione con un programma fedeltà

6 esempi di Inbound Marketing

esempi-inbound-marketing

  1. Blog: un blog ti permette di attirare costantemente traffico verso il tuo sito. Puoi creare contenuti affini ai tuoi prodotti per rispondere alle domande degli utenti. Ottimizza i tuoi contenuti per la SEO affinché tu possa ottenere anche traffico organico.

    💡 Secondo una ricerca di HubSpot, chi pubblica contenuti per il blog almeno 16 volte al mese genera 3,5 volte più traffico sul proprio sito e 4,5 volte più lead rispetto a chi aggiorna il proprio blog solo poche volte al mese.

  2. Social media: scopri su quale canale i tuoi utenti sono attivi sui social e pubblica regolarmente post organici e annunci. Scopri come aumentare il click-through rate.

  3. Materiali scaricabili: qui sono inclusi libri bianchi, infografiche, casi di studio, registrazioni dei webinar, ecc. Questi materiali possono essere scaricati dal tuo sito gratuitamente, generalmente tutto ciò che viene chiesto agli utenti in cambio è il loro indirizzo email.

    💡 I contenuti scaricabili sono necessari per fare lead nurturing.

  4. Webinar: i webinar ti aiutano a raggiungere una vasta audience che può partecipare ovunque si trovi. Registrando la sessione avrai poi del materiale che puoi inviare agli utenti interessati o offrire gratuitamente sul tuo sito web.

  5. Video: secondo Social Media Today, il 95% degli utenti guarda un video esplicativo per scoprire di più su un prodotto o un servizio. Si tratta di uno strumento di Inbound Marketing particolarmente prezioso per il pubblico più giovane, come la Gen Z.

  6. Newsletter: tramite l'e-mail marketing potrai aggiornare i tuoi (potenziali) clienti su promozioni, sconti o demo che li incoraggino a fare un acquisto.

email marketing guida con consigli e terminologia

Come creare una strategia efficace di Inbound Marketing

1. Fai in modo che i tuoi clienti vengano da te

Diventa il tuo canale di media. Crea contenuti rilevanti per il tuo target di riferimento fra quelli elencati in questo articolo e condividili su vari canali.

2. Qualifica i prospects

Raccogli informazioni sui tuoi utenti, inizia a conoscerli analizzando chi sono, quali sono le loro esigenze, le loro motivazioni e infine cerca di ottenere i loro dati di contatto.

Come? Usando la lead nurturing, una tecnica che permette di convertire un utente in un cliente. Per fare ciò bisogna mantenere e cercare di rafforzare il rapporto con i lead non ancora "maturi" e per i quali un tentativo di vendita precoce fallirebbe.

3. Trasforma i tuoi clienti potenziali in clienti

Quando i tuoi prospects saranno sufficientemente maturi, ovvero pronti a concludere un acquisto, è il momento di contattarli. Un potenziale cliente che ti conosce da qualche tempo, che apprezza il tuo contenuto e la tua azienda sarà ovviamente più propenso a diventare un cliente.

4. Fai dei tuoi clienti i tuoi ambasciatori

Offrendo un servizio di qualità ai tuoi clienti, si parlerà di te e la tua visibilità aumenterà. È un circolo vizioso di cui non potrai più fare a meno.

Conclusione

L'Inbound Marketing ti permette di convertite i tuoi visitatori in clienti, seguendo il loro ritmo e rispondendo alle loro esigenze attraverso tutte le diverse fasi del loro processo di acquisto.

Grazie a una buona strategia di Inbound Marketing il tuo team di vendita non dovrà effettuare solamente chiamate a freddo. Chi contatterai ti conoscerà già, sfrutterà già i tuoi prodotti e conoscerà il valore della tua offerta.

Le tue pagine dei prodotti sono ideali per convertire visitatori in clienti? Scoprilo ora 👇

carrello con sacchetti

0 commenti