LinkedIn SEO: come aumentare la visibilità del profilo

LinkedIn funziona come un vero e proprio motore di ricerca: esattamente come le parole chiave e la SEO aiutano a migliorare il ranking e il traffico verso una pagina web, la LinkedIn SEO ti permette di aumentare la visibilità del tuo profilo al fine di emergere tra la marea di competitori e, in questo modo, distinguerti. In questo articolo scoprirai 10 consigli per ottenere un miglior posizionamento su LinkedIn grazie alla SEO.

blogTitle-linkedin-seo-1v0001-w680h280

Ormai siamo tutti familiari con LinkedIn, il social network professionale utile sia per lavoratori alla ricerca di una (nuova) occupazione che per datori di lavoro alla ricerca di nuovi talenti o nuovi clienti. Secondo una previsione di Statista, gli utenti italiani a usare LinkedIn arriveranno a essere 15,68 milioni nel 2025. Nel mondo, il numero supererà addirittura un miliardo.

linkedin-users-in-italy-2017-2025

👥 Lettura consigliata: I gruppi di utenti sui social media

Detto ciò, è scontato sottolineare quanto il mercato del lavoro sia competitivo e come è facile che il tuo profilo possa scomparire fra le altre migliaia di profili.

Ma è qui che la LinkedIn SEO entra in gioco: l’ottimizzazione SEO del tuo profilo aiuta ad aumentare la sua visibilità e il traffico verso il tuo profilo professionale e, di conseguenza, la possibilità di venire contattato.

Fondamentalmente, questa ottimizzazione funziona esattamente come la SEO On-Page su Google: utilizzando delle specifiche parole chiave all’interno del proprio profilo, si può apparire fra in alto fra i risultati, sia sulla piattaforma che sul motore di ricerca.

risultato-linkedin-google
💡 Prerogativa per l’ottimizzazione SEO di LinkedIn è che il tuo profilo sia completo al 100% (come richiesto dalla piattaforma). È consigliabile non iniziare prima di averlo completato.

Vuoi fare apparire il tuo sito web fra i primi risultati di ricerca?

check-list seo ranking

Come trovare le parole chiave giuste per la LinkedIn SEO

All’interno dei nostri consigli parleremo spesso dell’importanza delle parole chiave. La scelta delle parole chiave corrette per LinkedIn è importante perché la ricerca avviene tramite keywords specifiche collegate ai profili che un professionista o un recruiter desidera trovare.

Puoi quindi aumentare la probabilità che il profilo che visualizzeranno sarà il tuo ricercando e quindi includendo quelle parole chiave che più ti appartengono.

Puoi trovare le giuste parole chiave per LinkedIn direttamente sulla piattaforma senza il bisogno di pagare nessun tool. Prima di tutto, chiediti "perché il mio profilo dovrebbe essere trovato? Quali informazioni potrebbero interessare ai miei visitatori? Cosa si aspettano di trovare?". Quindi, procedi così:

  • digita nella barra di ricerca di LinkedIn una o due parole che abbiamo a che fare con il tuo settore, ad esempio “SEO specialist”

  • clicca su “Vedi tutti i risultati”

  • seleziona “Persone” per vedere la keyword usata dalle persone che hanno una professionalità simile alla tua, o “Offerte di lavoro” per vedere qual è quella più ricercata dai datori di lavoro

  • seleziona la località per restringere i risultati di ricerca al Paese di tuo interesse

A questo punto vedrai il numero di risultati (vale a dire il volume di ricerca) corrispondenti alle parole chiave inserite. Esegui un confronto con un paio di parole chiave simili, prendendo l’esempio di prima prova “SEO expert” e “specialista SEO”

  1. SEO specialist: circa 8.700 risultati di profilo e 244 di offerte di lavoro

  2. SEO expert: circa 5.800 risultati di profilo e 244 di offerte di lavoro

  3. specialista SEO: circa 5.800 risultati di profilo e 48 di offerte di lavoro

volume-ricerca-parole-chiave-linkedin

Una volta che avrai trovato la o le parole chiave che meglio si adattano alla tua professione o ai tuoi bisogni, puoi usare un miscuglio, passando dalle più corte (fino a due parole, come “SEO specialist”) fino alle long tail keywords (dalle tre parole in su, come "SEO specialist Milano” o “SEO specialist dal 2015”).

Migliora SEO e SEA con le parole chiave a coda lunga

❕ Più spesso le keywords compaiono sul tuo profilo, più sarà facile ottenere visibilità. Ma attenzione, esagerare può portare a mettere in atto una strategia controproducente simile alla pratica della keyword stuffing, una tecnica di Black Hat SEO.

10 consigli di LinkedIn SEO

Dopo aver trovato le giuste parole chiave e averle integrate nel tuo profilo, èil momento di passare all'ottimizzazione SEO. Di seguito vediamo 10 consigli di che miglioreranno la visibilità del tuo profilo.

1. Compila i dati del profilo

Prima di tutto, è necessario assicurarsi che i dati del profilo siano completi e aggiornati. Assicurati che:

  • la location sia inserita (meno rilevante se vuoi lavorare in smart working, più importante per i datori di lavoro che gestiscono negozio fisico in cerca di talenti)

  • il ruolo che ricopri attualmente o che vorresti sia inserito nell’headline: “Inbound marketing expert”

  • l’URL del tuo profilo sia ottimizzato

L’URL perfetto su LinkedIn comprende “nome-cognome-keyword(s)”

Accedi al profilo da desktop -> Clicca su “Modifica profilo pubblico e URL” in alto a destra:

come-modificare-url-linkedin

💡 Sapevi che LinkedIn dà la possibilità di inserire un nomignolo o soprannome? Ciò si può rivelare utile se hai un nome d’arte che usi, ad esempio, sul tuo blog o canale YouTube.

📽️ Lettura consigliata: Come usare YouTube per il tuo e-Commerce

2. Usa le parole chiave anche nella headline

L’intestazione è il biglietto da visita del tuo profilo. Inserisci nuovamente le parole chiave più importanti, le quali dovrebbero idealmente costituire le prime parole della headline.

💡 Se non hai un lavoro, scrivi “Appassionato/a di topic in cerca della prossima avventura” anziché "disoccupato/a". Lo stesso consiglio si applica per chi è ancora alle prime armi o si trova nel campo di formazione.

3. Ottimizza il riepilogo del profilo

Il riepilogo è una delle prime cose che i visitatori del tuo profilo leggeranno. Qui puoi parlare di te, delle tue mansioni e di quello di cui sei capace: hai quindi lo spazio (2.000 caratteri) e la possibilità di spiegare perché dovrebbero contattare proprio te.

Pensa agli obiettivi che vuoi raggiungere con il tuo profilo e inserisci le parole chiave più importanti, che dovranno combaciare con quelle inserite nella headline del profilo (il tuo lavoro e competenze).

💡 Hai mai sentito parlare del principio del “marketing a piramide inversa“? Struttura il tuo riepilogo esattamente come una piramide, ovvero, dai subito tutte le informazioni più importanti e interessanti, e amplia man mano il discorso. Infatti, dei 2000 caratteri a disposizione saranno solo 200 quelli visibili fin da subito.

4. Inserisci le keyword nel nome delle immagini

Idealmente, il nome della foto di profilo e di quella di copertina dovrebbero contenere le parole chiave importanti per la tua professione. In questo modo puoi aumentare le possibilità di comparire tra i risultati di Google per la ricerca delle immagini.

💻 Lettura consigliata: Come condurre un colloquio di lavoro online

5. Fai confermare le competenze e le skills

Ricorda che anche le skills che aggiungi dovranno essere parole chiave importanti per il tuo profilo lavorativo. Puoi inserirne fino a 50 ma l’importante è che compaiano quelle già inserite nella headline iniziale e alcune sottocategorie di queste.

E ricorda di chiedere a amici, colleghi, datori di lavoro o clienti di confermarle, perché anche il numero di conferme di competenze l'algoritmo di LinkedIn ne terrà conto al momento di stabilire il posizionamento del tuo profilo.

Inoltre, analogamente al ruolo delle recensioni all’interno dello shopping online, le conferme conferiscono una social proof che può portare un visitatore a preferire il tuo profilo rispetto a quello di altri.

Sfrutta le parole della clientela per migliorare il traffico organico 👇

banner libro bianco recensioni e seo

6. Ottieni segnalazioni

Allo stesso modo, le segnalazioni aumentano la fiducia e migliorano la LinkedIn SEO.

Puoi chiedere a chi è disposto a lasciartene una quali sono le parole chiave che vorresti che utilizzassero all’interno del loro testo.

⛔ Lettura consigliata: Le Grandi Dimissioni - fidelizza anche il personale

7. Sii attivo

Come per ogni altro social network, se vuoi aumentare la visibilità del tuo profilo la tua presenza dovrà essere attiva. Ricorda che una buona strategia SEO si basa sempre sulla creazione dei contenuti: posta contenuti (articoli, video, infografiche, riflessioni nate dalla tua esperienza) che possano essere rilevanti per altri utenti.

Ciò ti aiuta non solo a aumentare la visibilità del tuo profilo LinkedIn, ma anche a renderlo più interessante. Ricorda che le due cose vanno a braccetto di pari passo.

💡 Se pubblichi un articolo scritto da te o proveniente dal tuo sito web, l’algoritmo di LinkedIn ne terrà conto e potrebbe ostacolare la visibilità del tuo post. Per schivare questo problema, inserisci il link verso l’articolo all’interno del primo commento e comunicalo ai tuoi lettori nel teaser text del tuo post.

Molti non sanno che interagire (mettere una reazione o un commento) con un post è molto meglio che condividerlo. Proprio come Google non ama i contenuti duplicati, l’algoritmo di LinkedIn svaluta i contenuti condivisi come contenuti duplicati e abbassa il posizionamento del tuo profilo.

interazioni-linkedin-meglio-commentare-che-condividere

Fonte: https://www.linkedin.com/in/johnespirian/

8. Entra a far parte di una community

Puoi migliorare la tua visibilità in una community specifica e rilevante entrando a far parte dei gruppi e interagendo con gli altri utenti al suo interno. Per entrare in un nuovo gruppo procedi così:

  • clicca su “Lavoro” in alto a destra > “Gruppi” > “Discover” (o “Crea gruppo”, se desideri crearne uno nuovo tu)

  • usa la barra di ricerca per cercare delle parole chiave o i filtri per restringere le opzioni di ricerca.

9. Targetizza la tua rete

Collegandosi direttamente al consiglio precedente, i post che pubblicherai forniranno un valore aggiunto esclusivamente (o principalmente) a utenti che condividono i tuoi interessi. Per questo motivo, è consigliabile targetizzare la tua rete, ovvero selezionare quei contatti appartenenti alla tua nicchia e non cedore alla tentazione di aggiungere qualunque conoscente.

Se questa strategia può avere senso su Facebook, su LinkedIn si rivela meno efficace e, addirittura, può vanificare i tuoi sforzi.

10. Invia dei backlink al tuo profilo LinkedIn

I backlink sono un segnale positivo per i motori di ricerca e che, quindi, migliorano la SEO. Per questo motivo è consigliabile inserire sul tuo sito web (se ne hai uno) o sui tuoi altri canali di social media il link verso il tuo profilo LinkedIn.

Conclusione: dove inserire le parole chiave sul profilo LinkedIn?

Per ricapitolare, la LinkedIn SEO aiuta ad aumentare la visibilità del proprio profilo e la possibilità di venire contattati. L'elemento chiave dell'ottimizzazione SEO su LinkedIn, le keywords, dovranno essere ricercate e integrate all'interno del profilo, in particolare:

  • nell'intestazione

  • nel riepilogo

  • nelle descrizioni delle esperienze lavorative passate (e presente)

  • nella sezione delle competenze e della formazione

  • nell'URL del profilo

Inizia ora ad aumentare la possibilità che le persone giuste trovino il tuo profilo grazie alla LinkedIn SEO!

Sei in cerca di ispirazione? Dai un'occhiata ai nostri pdf gratuiti:

Scopri tutte le guide per l'e-Commerce

0 commenti