Breadcrumb: cosa sono e come migliorano la SEO?

Gli e-Commerce hanno una delle strutture più complesse che si possono trovare online. Tuttavia, creare una struttura intuitiva è importante per rendere la navigazione sul tuo sito il più facile possibile per i tuoi clienti. Le breadcrumb possono aiutarti a raggiungere questo scopo. In questo articolo scoprirai cosa si intende con breadcrumb, come funzionano e in che modo migliorano la SEO.

breacrumb_pane-su-tagliere-legno

INDICE

1. Cosa sono le breadcrumb?

2. A cosa servono le breadcrum?

3. Breadcrumb: gli errori più comuni

4. Tipi di navigazione breadcrumb

5. In che modo le breadcrumb migliorano la SEO

6. Come si inseriscono le breadcrumb su un sito?

7. Per riassumere

Cosa sono le breadcrumb?

Le breadcrumb, "briciole di pane" tradotto in italiano, hanno il compito di mostrare all'utente dove si trova all'interno di un sito online.

Il nome breadcrumb deriva dalla fiaba di Hansel e Gretel: analogamente ai protagonisti della storia che hanno distribuito briciole di pane per ritrovare la strada verso casa, le breadcrumb permettono ad un utente di orientarsi all'interno della navigazione su un sito online.

Le breadcrumb sono posizionate nella parte superiore della pagina. Nei negozi online, di solito ha la seguente forma:

Homepage > Categoria > Sottocategoria > Prodotto

esempio-breadcrumb-sorgentenatura

Fonte: Sorgentenatura

Le breadcrumb sono utilizzate specialmente dai siti che presentano un numero elevato di categorie e sottocategorie. E di norma, i negozi online rientrano in questo caso.

A cosa servono le breadcrumb?

Potrebbe sembrare che un elemento così discreto come le breadcrumb non giochi un ruolo importante quando si parla di traffico o di conversione di un e-Commerce. Ebbene, in verità le breadcrumb sono molto utili sia per i tuoi visitatori, sia per il tuo e-Commerce.

Le breadcrumb danno agli utenti la possibilità di spostarsi fra le pagine del tuo sito in modo facile e veloce. Ad esempio, un utente può passare da una pagina di prodotto a una pagina di categoria con un semplice clic, senza dover eseguire una nuova ricerca.

Se utilizzate correttamente, le breadcrumb consentono ai tuoi clienti di identificare più facilmente la sezione del negozio in cui si trovano. La "strada" è infatti sempre visibile nella parte superiore della pagina, un luogo che l'utente ha sempre a portata d'occhio.

Ne deriva che il vantaggio principale delle breadcrumb per il tuo negozio online sia un tasso di conversione migliore. Rendendo il percorso di acquisto del cliente il più facile possibile e dando lui la possibilità di ritornare facilmente sui propri passi per guardare altre pagine di prodotto, aumenta la probabilità che concluda un acquisto e diminuisci la frequenza di rimbalzo.

Inoltre, le breadcrumb inviano anche un segnale positivo a Google. Approfondiremo questo punto più avanti in questo articolo.

icona google Lettura consigliata: Google conferma che i clienti danno una spinta alla SEO

Breadcrumb: gli errori più comuni

Non c'è dubbio che le breadcrumb abbiano dei vantaggi per gli e-Commerce. Tuttavia, non sono strettamente necessarie per tutti. Addirittura, se presentano degli errori le breadcrumb possono fare più male che bene

Vediamo ora quali sono i casi:

  • Siti con poche pagine: se offri un solo prodotto o se il tuo catalogo è ristretto, il menu principale è sufficiente per l'utente.

  • Sostituzione del menu principale con le breadcrumb: le breadcrumb sono un elemento che facilitano la navigazione all'interno di un sito, ma non devono sostituire il menu pricipale di un sito.

  • La gerarchia non è organizzata e chiara: la struttura delle breadcrumb deve rispettare quella del sito. Ciò significa che devono riflettere la gerarchia del sito, non la cronologia di navigazione dell'utente.

tavolo di legno con lettere scarabeo

Tipi di navigazione breadcrumb

Esistono tre tipi di breadcrumb che puoi implementare su un sito online.

1. Breadcrumb basate sulla posizione

Questo è il tipo di navigazione breadcrumb più comune. I suoi singoli elementi sono pagine disposte secondo una gerarchia.

In altre parole, a sinistra c'è la homepage, la pagina più generale e più alta nella gerarchia, mentre e a destra si trova quella più specifica.

breadcrumb-posizione

Fonte: Prindo

2. Breadcrumb basate sugli attributi

Questo tipo di breadcrumb è meno comune, ma comunque utile. I breadcrumb basati sugli attributi compaiono dopo l'applicazione dei filtri e sono più utilizzati nel caso di negozi online con un assortimento di prodotti con diverse varianti o parametri tecnici. Il miglior esempio di utilizzo di questo tipo di navigazione sono i portali con aste di auto o annunci pubblicitari.

I breadcrumb basati sugli attributi tengono conto anche della gerarchia delle pagine, rendendo la navigazione ancora più accurata.

breadcrumb-attributi

Fonte: Subito

3. Breadcrumb basate su percorsi

L'ultimo tipo di breadcrumb è quello basata sul percorso, ovvero la cronologia di navigazione dell'utente sul sito. In questo caso i singoli elementi non avranno una struttura logica ed ordinata, ma riflettono esattamente il percorso dell'utente.

Questo tipo di breadcrumb è sicuramente quello meno usato, innanzitutto perché il suo ruolo è già perfettamente svolto dal pulsante "indietro", che viene utilizzato in tutti i browser.

Inoltre, dato che gli utenti spesso navigano in maniera "disordinata", ne consegue che anche le breadcrumb saranno piuttosto caotiche. Per questi motivi è meglio evitare quest'ultimo tipo di breadcrumb.

🔎 Lettura consigliata: Come aggiornare i contenuti per migliorare la SEO?

In che modo le breadcrumb migliorano la SEO

Le breadcrumb sono anche importanti per la SEO: i siti che le includono hanno la possibilità di ottenere una posizione migliore nei risultati di ricerca. Ma perché?

Collegamento interno

Uno dei vantaggi più evidenti delle breadcrumb è il rafforzamento del collegamento interno tra le singole pagine, tanto più se i nomi delle singole categorie o sezioni incluse nelle breadcrumb contengono parole chiave importanti per il tuo negozio.

Più link di alta qualità inviano ad una determinata pagina, migliore sarà la percezione di Google, il quale le darà un ranking migliore.

Struttura chiara e leggibile del sito

Nel determinare la posizione di una determinata pagina nelle SERP, Google tiene conto anche della sua struttura. Oltre alla navigazione, anche le breadcrumb aiutano a rendere il tuo sito chiaro e leggibile, sie per gli acquirenti, sia per i motori di ricerca.

Tale trasparenza viene premiata dall'algoritmo del motore di ricerca con un ranking più elevato.

Tasso di rimbalzo minore

Come accennato in precedenza, uno dei vantaggi delle breadcrumb è che il tasso di rimbalzo diminuisce. Infatti, se un utente si imbatte nella pagina di prodotto sbagliato durante la sua ricerca online, può arrivare alla categoria giusta e ad altre pagine di prodotto cliccando semplicemente sulle breadcrumb, anziché chiudere la pagina e continuare a cercare nel motore di ricerca.

La frequenza di rimbalzo ha un grande impatto sulla SEO. Una frequenza di rimbalzo elevata è un segnale al motore di ricerca che il sito è di bassa qualità o che l'utente non ha trovato ciò che stava cercando. Le breadcrumb aiutano a risolvere questo problema.

Come si crea una pagina di prodotto che converte?
Scoprilo nella nostra guida gratuita 👇

carrello con sacchetti

Migliore esperienza utente

Questo punto è ovvio: le breadcrumb consentono agli utenti di trovare più facilmente quello che cercano all'interno di un negozio online. Questo equivale ad una migliore esperienza utente, aspetto che Google apprezza.

Aspetto più chiaro nelle SERP

La prima impressione conta molto, anche per i risultati di ricerca su Google.

Le breadcrumb contrassegnati con dati strutturati possono modificare l'aspetto della pagina nelle SERP. Appariranno al posto dell'URL, già in questa fase dando all'utente un'idea del contenuto della pagina e della sua posizione nella struttura del sito. I singoli elementi della navigazione breadcrumb vengono quindi separati dal carattere ">":

breadcrumb-serp

💡 Sebbene Google sia in grado di generare breadcrumb nelle SERP in base all'indirizzo del sito, è meglio farlo da soli. Il contenuto creato dal motore di ricerca potrebbe non essere il migliore.

Come si inseriscono le breadcrumb su un sito?

Inserire le breadcrumb all'interno di un sito non è complicato, ma vale la pena seguire alcuni suggerimenti per rendere più semplice ai crawler di Google la lettura della struttura della pagina e poter godere di tutti i vantaggi di questa soluzione. Puoi trovare tutte le linee guida sulle seguenti pagine:

Ecco come un menu breadcrumb HMTL potrebbe apparire:

<ol itemscope itemtype="https://schema.org/BreadcrumbList">

  <li itemprop="itemListElement" itemscope

      itemtype="https://schema.org/ListItem">

    <a itemprop="item" href="https://example.com/dresses">

    <span itemprop="name">Dresses</span></a>

    <meta itemprop="position" content="1" />

  </li>

  <li itemprop="itemListElement" itemscope

      itemtype="https://schema.org/ListItem">

    <a itemprop="item" href="https://example.com/dresses/real">

    <span itemprop="name">Real Dresses</span></a>

    <meta itemprop="position" content="2" />

  </li>

</ol>

Molti CMS popolari (es. WordPress) forniscono plugin di facile utilizzo, grazie ai quali è possibile implementare rapidamente le breadcrumb.

Per riassumere

Le breadcrumb, sebbene possano sembrare poco importanti, offrono diversi vantaggi: inserirle sul tuo sito ti aiuta a migliorare la SEO e l'esperienza utente.

Se gestisci un negozio online con un assortimento medio/vasto, le breadcrumb non dovrebbero assolutamente mancare sul tuo e-Commerce.

Sei alla ricerca di consigli facili da implementare per la SEO? Allora la nostra guida gratuita fa al caso tuo 👇

seo per ecommerce spiegata

Articolo in lingua originale: Czym są breadcrumbs i jak mogą się przyczynić do polepszenia SEO?

0 commenti