Cos'è il link baiting e come sfruttarlo?

Il link building è uno degli elementi della strategia SEO, e può essere problematico venirne a capo per chi ha appena creato un sito web. Soprattutto, questi link devono saper catturare ed essere di qualità. Uno dei metodi per ottenere visibilità è il link baiting. In questo articolo, vedrai quali strategie puoi mettere in atto per incoraggiare gli e le utenti a cliccare su un link al tuo sito web.

blog-Titolo-link-baiting-w680h280

INDICE

1. Cos'è il link baiting?
2. Link baiting vs. clic baiting
3. Vantaggi e obbiettivi del link baiting
4. Esempi di link baiting
In conclusione

1. Cos'è il link baiting?

🎣 Il link baiting consiste nella creazione di link naturali e gratuiti verso il tuo sito in altri luoghi del web, grazie alla popolarità di cui godono i tuoi contenuti.

In altre parole, il contenuto che gli e le utenti trovano quando cliccano su un link al tuo sito dovrebbe essere interessante, di valore e abbastanza unico da condividerlo con altre persone. Questa è l'esca.

Il dubbio morale consiste nel chiedersi se adescare gli e le utenti sia una pratica accettabile per un motore di ricerca - dopo tutto, il nome link baiting ha una connotazione piuttosto negativa. Tuttavia, questa strategia è in linea con i princìpi White Hat SEO, come confermato da Google stesso:

“Il modo migliore per incoraggiare l'inserimento in altri siti di link di qualità e pertinenti al tuo è creare contenuti univoci e peculiari, in grado di acquisire naturalmente popolarità nella community di Internet. La creazione di validi contenuti paga: i link sono solitamente voti redazionali dati per scelta e maggiore è l'utilità dei tuoi contenuti, maggiori saranno le probabilità che un altro utente li ritenga validi per i propri lettori e inserisca un link a essi.”

È quindi importante sottolineare che:

  • spammare con link sui forum o nella sezione dei commenti dei blog o dei social media,

  • scambiare link con persone che amministrano altri siti solo per il gusto di mettere un link al tuo sito,

  • articoli sponsorizzati

non sono esempi di link baiting.

🎩 Lettura consigliata: Black Hat SEO: 12 tecniche vietate da evitare 

2. Link baiting vs. clic baiting

Il nome della strategia discussa nell'articolo può essere associato a un altro noto fenomeno del web - il click baiting. Quali sono le differenze tra i due?

Il click baiting mira a suscitare l'interesse dell'utente solo a livello di titolo, e il suo obiettivo è solo quello di far cliccare il link, non di mantenere l'utente sul sito web. Spesso il contenuto della pagina non è così interessante e di alta qualità come il titolo promette, spesso si tratta di fake news. Il risultato? Il sito viene abbandonato immediatamente e le possibilità che il link venga condiviso con altre persone sono scarse. Non c'è da stupirsi che questa strategia abbia una pessima reputazione su Internet.

Il link baiting, d'altra parte, non consiste solo in un titolo promettente, ma offre anche un contenuto che mantiene questa promessa e fa sì che gli e le utenti vogliano genuinamente cliccare su “condividi”.

computer-click-mouse

3. Vantaggi e obiettivi del link baiting

Il link baiting, come tutte le altre strategie di link building, ha lo scopo di ottenere il maggior numero possibile di link naturali. Google, vedendo che un dato sito web ha molti link da diversi altri siti sul web, lo tratta come una pagina di alta qualità, il che si traduce in una posizione migliore nelle SERP.

📈Lettura consigliata: Ottimizzazione SEO: la guida al ranking 

In ogni caso, questo non è l'unico scopo legato all’attività. A lungo termine, il link baiting aumenta il traffico del sito web, i tassi di conversione e il numero di clienti, oltre ad attirare nuova utenza (ottenuta grazie al passaparola di altri utenti di Internet). Un contenuto di alta qualità può anche aiutarti ad aumentare la brand awareness o a far percepire la tua presenza online come quella di un esperto in un determinato campo, e quindi a guadagnare la fiducia di nuovi potenziali clienti.

La buona notizia è che questa strategia non richiede conoscenze SEO specialistiche, si basa infatti sull'utilizzo della tua fantasia e sulla presentazione del contenuto in un modo visivamente piacevole e utile.

4. Esempi di link baiting

Quindi, come abbiamo visto, lo scopo del link baiting è creare contenuti che suscitino il desiderio in chi li vede di condividerli. Sì, più facile a dirsi che a farsi. Abbiamo però qualche asso nella manica da condividere con te. Prima di presentarti le 7 forme in cui puoi usare questa strategia, vale la pena dare un'occhiata alle caratteristiche del link baiting efficace.

🧠Lettura consigliata: Neuromarketing: tecniche per aumentare le vendite nel tuo e-Commerce 

Il contenuto ideale:

  • è prezioso: le pubblicazioni dovrebbero raggiungere il più ampio pubblico possibile e fornirgli qualcosa di unico - conoscenza, intrattenimento, punta al coinvolgimento emotivo

  • è attuale: lasciati ispirare da ciò che sta accadendo nel mondo e crea contenuti relativi a eventi attuali, tendenze, cultura pop o vacanze imminenti

  • è presentato in una forma interessante: un blocco di testo, per quanto ben scritto, non attirerà l'attenzione dell'utente quanto un'infografica o un video

  • risponde a domande o risolve problemi,

  • cita da altri creatori o altre creatrici di contenuti per, ad esempio, mostrare statistiche o sostenere una tesi contenuta nei loro articoli,

  • può trattare argomenti controversi.

Scopri quali contenuti sono quelli preferiti dal pubblico, scarica la nostra guida gratuita👇

Neuer Call-to-Action

Quindi come puoi lanciare la tua esca, in termini pratici? Ecco alcune forme:

Articolo

Tutti i tipi di riassunti, checklist (ad esempio "Top X metodi per...") e guide sono una buona idea per il link baiting. Naturalmente, questi articoli devono essere utili e di piacevole lettura. Possono essere istruzioni passo dopo passo (evergreen), o anche contenuti relativi alle tendenze attuali o film/serie attualmente popolari (ci stiamo forse riferendo a Zerocalcare? È possibile).

Zerocalcare-meme-gelato-mashup

Un esempio? Scarica la nostra checklist per capire meglio di cosa parliamo 👇

smartphone su Instagram

Articolo scritto da autore o autrice ospite

I post scritti da persone esterne al blog sono un'opportunità ideale per scambiare link preziosi e raggiungere un pubblico più ampio. I consigli delle persone esperte in un determinato campo sono particolarmente preziosi. Presenta i frutti della tua collaborazione in un modo attraente o affronta l'argomento da un'angolazione leggermente diversa per suscitare interesse in chi ti legge.

Ad esempio, questo articolo è stato scritto da un'autrice ospite, che lavora nella creazione di chatbot. Dagli un'occhiata👇

🤖Lettura consigliata: Intelligenza artificiale, eCommerce e chatbot 

Infografiche/contenuti visivi

I contenuti visivi non solo sono meglio assorbiti e ricordati da chi ti segue, ma hanno anche maggiori probabilità di essere condivisi. Infografiche attraenti basate su dati interessanti (ad esempio, sulle vendite nel tuo negozio durante i periodi caldi o sui prodotti più frequentemente acquistati) possono anche attirare l'attenzione di potenziali clienti.

📷A proposito di immagini, scopri come creare foto prodotto perfette grazie alla nostra guida gratuita 👇

Neuer Call-to-Action

Video

In un periodo in cui YouTube è più popolare che mai, questo tipo di contenuto è decisamente accattivante. Presenta i tuoi prodotti, punta sull’unboxing, sperimenta con lo storytelling... i video di tutti i tipi attirano gli e le utenti. Non solo fornisci loro un formato particolarmente fruibile, ma mostri anche i tuoi articoli in azione e, nel caso, ad esempio, di una video recensione (magari in collaborazione con nano o microinfluencer), come risolvere un potenziale problema.
Puoi adottare un approccio più creativo facendo appello alle emozioni dell'utente e creare un video divertente o toccante.

🎁 Lettura consigliata: Il nesso tra unboxing e fidelizzazione dei clienti

📽️Scopri come migliorare la popolarità del tuo e-Commerce su YouTube, abbiamo creato una guida gratuita per accompagnarti passo dopo passo👇

Nuova call-to-action

Concorsi

Non prendiamoci in giro: a chiunque piace vincere. Con un po' di creatività, puoi organizzare una competizione che sia non solo in grado di coinvolgere il pubblico, ma che ti permetta anche di guadagnare ulteriori link - specialmente se includi nelle regole del gioco che ogni partecipante deve condividere il link al tuo sito o, nel caso dei social, taggare altre persone. Questo è anche un buon modo per promuovere il tuo e-Commerce a un pubblico più ampio.

Contenuti interattivi

Puoi utilizzare qualsiasi tipo di quiz, giochi, strumenti o mappe cliccabili nella tua strategia di link building. Questo contenuto è divertente, in quanto intrattiene attivamente chi ti segue, e fornisce informazioni interessanti relative al tuo settore e al tuo marchio.

Libri bianchi o e-book

Ovvero un contenuto più lungo e visivamente attraente che mira a risolvere il problema dell’utente. Queste guide non devono necessariamente essere manuali d'uso per i prodotti della tua gamma. Vendi attrezzature sportive? Crea un opuscolo con esercizi per principianti. Vendi tisane, tè e caffè? Offri un e-book con idee interessanti per realizzare bevande diverse dal solito a casa.

Assicurati che il contenuto non comprenda solo la parte testuale, ma sia anche graficamente accattivante. Quindi gli elementi di brand identity e altri elementi grafici devono essere ben visibili e creare un insieme piacevole.

In conclusione

Il link baiting richiede senza dubbio molta creatività, tempo e diligenza. Tuttavia, questa strategia ha molti vantaggi, sia da un punto di vista SEO che in termini di brand awareness. La chiave del successo è una creazione di contenuti di alto livello, indipendentemente dalla loro forma, così come testare diverse opzioni e valutare le reazioni del pubblico.

🔠 Ti sveliamo altri trucchi per migliorare la SEO del tuo sito web nella nostra guida, scaricabile gratuitamente. Dalle un'occhiata 👀👇

tavolo di legno con lettere scarabeo

Articolo in lingua originale: Co to jest link baiting? 7 skutecznych sposobów

0 commenti